avevo un’enorme, radicata, sciocca fiducia nella benevolenza del destino

Quest’anno è passato presto. L’anno scorso a quest’ora io ero un uomo libero: fuori legge ma libero, avevo un nome e una famiglia, possedevo una mente avida e inquieta e un corpo agile e sano. Pensavo a molte lontanissime cose: al mio lavoro, alla fine della guerra, al bene e al male, alla natura delle cose e alle leggi che governano l’agire umano; e inoltre alle montagne, a cantare, all’amore, alla musica, alla poesia. Avevo una enorme, radicata, sciocca fiducia nella benevolenza del destino, e uccidere e morire mi parevano cose estranee e letterarie. I miei giorni erano lieti e tristi, ma tutti li rimpiangevo, tutti erano densi e positivi; l’avvenire mi stava davanti come una grande ricchezza. Della mia vita di allora non mi resta oggi che quanto basta per soffrire la fame e il freddo; non sono più abbastanza vivo per sapermi sopprimere.

LeviRicorda

Primo Levi

Se questo è un uomo

solo dopo si apprezza il prima…

Ci sono giorni nella vita in cui non succede niente, giorni che passano senza nulla da ricordare, senza lasciare una traccia, quasi non si fossero vissuti. A pensarci bene, i più sono giorni così, e solo quando il numero di quelli che ci restano si fa chiaramente più limitato, capita di chiedersi come sia stato possibile lasciarne passare, distrattamente, tantissimi. Ma siamo fatti così: solo dopo si apprezza il prima e solo quando qualcosa è nel passato ci si rende meglio conto di come sarebbe averlo nel presente. Ma non c’è più.

 LOCANDINA-TERZANI-immagine-e1346839860864

Tiziano Terzani

Lettere contro la guerra

shine on you crazy diamond

Shine On You Crazy Diamond-0A

Remember when you were young, you shone like the sun.
Shine on you crazy diamond.
Now there’s a look in your eyes, like black holes in the sky.
Shine on you crazy diamond.
You were caught in the crossfire of childhood and stardom, blown on the steel breeze.
Come on you target for faraway laughter, come on you stranger, you legend, you martyr, and shine!

You reached for the secret too soon, you cried for the moon.
Shine on you crazy diamond.
Threatened by shadows at night, and exposed in the light.
Shine on you crazy diamond.
Well you wore out your welcome with random precision, rode on the steel breeze.
Come on you raver, you seer of visions, come on you painter, you piper, you prisoner, and shine!

Pink Floyd

i magnifici frutti della sofferenza

la vigna rossa

« Leggo poco per aver tempo di riflettere. È molto probabile che abbia ancora tanto da soffrire. E questo non mi va affatto, a dire il vero, perché in nessun modo desidero il ruolo di martire […] Prendo tutti i giorni il rimedio che l’incomparabile Dickens prescriveva contro il suicidio. Consiste in un bicchiere di vino, un boccone di pane e di formaggio e una pipa di tabacco. » Continua a leggere

similitudine

Se mai potè sembrare esatta la similitudine della nostra esistenza con quella del ragno, unicamente sostenuto e insieme prigioniero del tessuto che ordisce

VIRGINIA WOOLF     Virginia Woolf

Non ci abbandona il senso di questa trama senza sosta riprodotta dalla creatura che vi corre sopra, attenta alla minima smagliatura, allo strappo più lieve: perché realmente la trama è tessuta sopra un abisso, realmente un piede in fallo può significare la fine…

campo320x240_2_original         Cristina Campo

il nemico dentro di noi

Un uomo vero, completo, sa che il più acerrimo contendente, anzi un’intera schiera, non equivale affatto a quell’unico, terribile avversario, cioè l’altro dentro di sé, che gli abita il petto. Delle volte dentro di noi abbiamo un nemico

cg_jungCarl Gustav Jung

 

it’s only rock’n roll… but I like it

If I could stick my pen in my heart
And spill it all over the stage
Would it satisfy ya, would it slide on by ya
Would you think the boy is strange? Ain’t he strange?

If I could win ya, if I could sing ya
A love song so divine
Would it be enough for your cheating heart
If I broke down and cried? If I cried?

I said I know it’s only rock ‘n roll but I like it
I know it’s only rock ‘n roll but I like it, like it, yes, I do
Oh, well, I like it, I like it, I like it
I said can’t you see that this old boy has been a lonely?

If I could stick a knife in my heart
Suicide right on stage
Would it be enough for your teenage lust
sponsored links

Would it help to ease the pain? Ease your brain?

If I could dig down deep in my heart
Feelings would flood on the page
Would it satisfy ya, would it slide on by ya
Would ya think the boy’s insane? He’s insane

I said I know it’s only rock ‘n roll but I like it
I said I know it’s only rock’n roll but I like it, like it, yes, I do
Oh, well, I like it, I like it, I like it
I said can’t you see that this old boy has been a lonely?

And do ya think that you’re the only girl around?
I bet you think that you’re the only woman in town

I said I know it’s only rock ‘n roll but I like it
I said I know it’s only rock ‘n roll but I like it
I said I know it’s only rock ‘n roll but i like it
I said I know it’s only rock ‘n roll but I like it, like it, yes, I do
Oh, well, I like it, I like it. I like it…

article-2225049-15A48A98000005DC-760_306x423

It’s only rock’n roll

Rolling Stones (Mick Jagger/ Keith Richards)

 

L’ombra dell’odio – Andrea Baiocco

L’avvincente urban thriller, L’ombra dell’odio, firmato dal giornalista Andrea Baiocco, ora in formato digitale.

ombra_300x200

L’ombra dell’odio

Andrea Baiocco

Isbn: 9788898726226

In questo testo l’autore, costruisce una storia in cui ripercorre esperienze personali realmente accadute rappresentandole come eventi che hanno profondamente segnato uno dei protagonisti al punto da trasformarlo in un rabbioso assassino e spingerlo ad una feroce vendetta. Il suo destino si intreccia con quello degli altri due personaggi principali, dei quali si conoscerà un passato altrettanto tormentato ma con esiti assolutamente, si potrebbe aggiungere ‘per forza di cose’, diversi.
La maggior parte degli eventi rappresentati sono realmente accaduti all’autore oppure a persone con le quali, per motivi personali o professionali, è entrato in contatto. Sono ovviamente modificati, attenuati o esasperati nella necessaria trasposizione narrativa e fantasiosa del racconto. Le vittime sono persone reali e riconoscibili ma per ognuna non manca l’aggiunta di una forte dose di ironia. Data la natura sostanzialmente catartica della storia l’intreccio, per quanto crudo, non può che giungere a conclusione, come è per certi versi giusto che sia, così da permettere alla scrittura la sua fondamentale funzione liberatoria. Ma perché ciò accada l’autore si deve immergere a capofitto in quella che Jung definì “ombra”, elemento appartenente alla psiche di ogni essere umano, che coincide con le nostre pulsioni spontanee e profonde, che provoca una forte, e sovente irrisolta, conflittualità.
Tale sostrato è premessa, nella storia, del fondamentale aiuto fornito agli investigatori dallo psicologo che ebbe in cura l’assassino. E motiva anche l’uso, nelle ultime pagine, del ‘flusso di coscienza’, elemento narrativo entrato nella letteratura europea proprio dalla comparsa del romanzo psicologico nel Novecento. Flusso che, in un delirio di ricordi, miraggi e allucinazioni da parte dell’omicida, porterà all’esito finale.

http://www.amazon.it/Lombra-dellodio-Romanzi-e-dEste-Baiocco-ebook/dp/B00M2BULT0/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1406309757&sr=1-1&keywords=l%27ombra+dell%27odio+edizioni+deste

Gli eBook di Carlo Alfieri

Su tutte le piattaforme per eBook, trovate i romanzi di Carlo Alfieri da oggi con un nuovo titolo

L’individuo B

Isbn: 9788898726387

individuo-b_900x600

Per dare un nuovo corso alla sua casa editrice, specializzata in libri sulla pesca, Luca Logan si applica alla valutazione dei molti inediti che gli capitano tra le mani. Mentre L’Amo d’Oro conosce una nuova prosperità e nella vita di Logan brilla sempre più luminoso l’astro della bellissima Ludmila, fra proposte bizzarre ed esilaranti tomi d’improbabile valore letterario, un misterioso manoscritto, inviato a puntate e sotto pseudonimo, cattura e poi inchioda la curiosità dell’editore e della sua arguta assistente Anna. I due attendono con sempre maggiore impazienza l’arrivo dei plichi con i capitoli della storia di Ludovico e della sua perdizione per la sfuggente Ingrid, che via via, fra tormenti d’amore, verità nascoste e pedinamenti, da romanzo sentimentale vira al psicologico e infine si tinge di noir. È in un altro strepitoso racconto che giunge in lettura alla casa editrice che s’insinuano raffinatissime allusioni scientifico-filosofiche alla soluzione del vero mistero, al vero segreto, che Carlo Alfieri, abile incastonatore di romanzi nel romanzo e virtuoso del gioco di specchi fra finzione e realtà, disvela nel sorprendente finale.

La collana di Carlo Alfieri include anche

Ultimi giorni del corallo buono, in freedownload  ancora per un breve periodo, Romanzo rosa dipinto di blu e La cerimonia delle peonie sono scaricabili a 3,49€

Dello stesso autore Romanzo d’una storia nata male (da ottobre disponibile in english version, intitolato Every Dog Has His Day),  Il principio di tutte le cose e La nemesi Moldava

ultimi-giorni_cover900x600 (1)

rosadipintodiblu_cover300x200

La-cerimonia-delle-peonie_cover300x200

nemesi300x200 copertina900x600 principio300x200

Ma chi è Carlo Alfieri? Chimico e viaggiatore, dopo il ritiro dalla sua professione non ha smesso di girare il mondo. In senso lato e metaforico. Ora viaggia parecchio attraverso le storie che scrive, partecipando attivamente a eventi letterari e culturali, dove presenta le sue opere e quelle degli amici autori, e pure attraverso le meravigliose strade della rete, con il suo blog http://www.carloalfieri.com. La chimica, si sa, è cosa complessa. E Carlo Alfieri, di certe complessità s’intende: della chimica degli elementi e di quella sentimentale. Di quest’ultima in particolare Alfieri si occupa ultimamente. I suoi esperimenti sono ora letterari, e scrive romanzi, fitti di imprevedibili reazioni: armoniose o esplosive. Nella sua personale tavola periodica degli elementi spiccano l’amicizia, i viaggi e le culture del mondo, la passione per la buona tavola, un very British sense of humor, ma soprattutto l’amore, che tutto può trasformare in oro e tutto può distruggere. Nel 2012 Mursia ha dato alle stampe Una vita complicata. Per dEste Edizioni sono usciti nell’inverno 2014: Romanzo d’una storia nata male, Il principio di tutte le cose, La Nemesi Moldava, a luglio 2014  Ultimi giorni del corallo buono, Romanzo rosa dipinto di blu e La cerimonia delle peonie.
Altri suoi romanzi saranno presto pubblicati; nel frattempo, tra una pubblicazione letteraria e l’altra, si occupa di scienza, sulla rivista Il Porticciolo, organo del Centro Culturale Il Porticciolo ( http://www.ilporticciolocultura.it ).
Da oltre un anno tiene conferenze mensili, di varia cultura, per i detenuti del carcere di San Vittore a Milano.
Piccole cose personali: è appassionato di cosmologia e di cucina, sia della “mamma”, sia etnica, come a dire di diversamente mamme; vive in una casa in mezzo al bosco sulle sponde del Lago Maggiore; ha un gatto rosso, di nome Leo, che ama dormire sulla tastiera del suo computer; affezionato lettore di due o tremila Autori