Vidoleggiamo 2015

Anche quest’anno Edizioni dEste ha partecipato al Festival Letterario Vidoleggiamo, ideato dall’Istituto Comprensivo Vidoletti di Varese.

Uno degli ambiti in cui amiamo maggiormente operare è quello educativo, dunque la nostra collaborazione con Vidoleggiamo

è sempre motivata e ricca della forza alimentata dai nostri ideali.

Il programma dEste di quest’anno, coordinato da Annalisa Brugnoni, improntato sul tema cibo, per il legame con Expò 2015, ha visto protagonisti: Continua a leggere

La vita è troppo bella per essere insignificante

Ho perdonato errori quasi imperdonabili, ho provato a sostituire persone insostituibili e dimenticato persone indimenticabili. Ho agito per impulso, sono stato deluso dalle persone che non pensavo lo potessero fare, ma anch’io ho deluso. Ho tenuto qualcuno tra le mie braccia per proteggerlo; mi sono fatto amici per l’eternità. Ho riso quando non era necessario, ho amato e sono stato riamato, ma sono stato anche respinto. Sono stato amato e non ho saputo ricambiare. Ho gridato e saltato per tante gioie, tante. Ho vissuto d’amore e fatto promesse di eternità, ma mi sono bruciato il cuore tante volte! Ho pianto ascoltando la musica o guardando le foto. Ho telefonato solo per ascoltare una voce. Io sono di nuovo innamorato di un sorriso. Ho di nuovo creduto di morire di nostalgia e… ho avuto paura di perdere qualcuno molto speciale (che ho finito per perdere)… ma sono sopravvissuto! E vivo ancora! E la vita, non mi stanca… E anche tu non dovrai stancartene. Vivi! È veramente buono battersi con persuasione, abbracciare la vita e vivere con passione, perdere con classe e vincere osando, perchè il mondo appartiene a chi osa! La Vita è troppo bella per essere insignificante!

images-35

[Charlie Chaplin]

#Exponovels, gli autori dei racconti

In ordine alfabetico, tutti gli autori che hanno scritto racconti ispirati al territorio dei laghi per la raccolta #Exponovels

1 Carlo Alfieri

alfieri Carlo Alfieri, chimico e viaggiatore, dopo il ritiro dalla professione non ha smesso di girare il mondo. Ora viaggia parecchio attraverso le avventure di cui scrive, partecipando a eventi culturali, e pure in rete, con il suo blog http://www.carloalfieri.com. I suoi esperimenti sono ultimamente non chimici ma letterari, e scrive romanzi, spesso giocati sull’intreccio di storie nelle storie, fitti d’imprevedibili reazioni, armoniose o esplosive, e sempre vorticanti attorno all’elemento cui tutto l’universo obbedisce, che tutto può trasformare in oro e tutto può distruggere: l’amore. Nel 2012 Mursia ha dato alle stampe Una vita complicata. Per dEste Edizioni sono usciti in e book nel 2014: Il principio di tutte le cose, La Nemesi Moldava, Romanzo rosa dipinto di blu, La cerimonia delle peonie, Ultimi giorni del corallo buono e Romanzo d’una storia nata male (pubblicato anche in edizione inglese e in cartaceo); nel 2015 dEste ha pubblicato in e book L’individuo B e la versione cartacea di Il principio di tutte le cose. La storia segreta di Jùlia Wodianer è in corso di pubblicazione in russo per i tipi di Vostoc’naia Kniga. Scrive di scienza sulla rivista Il Porticciolo e tiene conferenze culturali per i detenuti del carcere di San Vittore a Milano. È appassionato di cosmologia e di cucina, vive in una casa in mezzo al bosco sulle sponde del Lago Maggiore e ha un gatto rosso, di nome Leo, che ama dormire sulla tastiera del suo computer.

2 Marco Barbieri

marco barbieri Marco Barbieri, 56 anni, sposato, è Direttore dell’Ufficio Stampa dopo aver ricoperto il ruolo di direttore della Comunicazione Inps e prima di portavoce del Presidente. È attualmente, anche Responsabile per il Programma triennale per la Trasparenza e l’integrità dell’Istituto. È componente del CDN della Federazione Italiana Relazioni Pubbliche (FERPI). Giornalista Professionista con esperienze professionali presso Il Sole24Ore (caposervizio economia); Mondo Economico; Italia Oggi; Avvenire. Vicedirettore a La Provincia di Como. Fondatore e direttore responsabile del giornale Puntocom. Collabora al Foglio. È autore del volume Lo Stato aperto al pubblico (Gruppo 24Ore, 2014) e di una serie di biografie dedicate ai personaggi del giornalismo e della televisione tra cui: Giuliano Ferrara  e Giorgio Gori.

3 Valeria Biotti

valeria biotti Autrice satirica, vignettista, speaker radiofonica. Ha al proprio attivo collaborazioni con Il Fatto Quotidiano, Pubblico, GazzettaGiallorossa, il Misfatto, LineaDiretta24, AmorRoma Magazine e altre testate. Lavori di scrittura e adattamento teatrale, tra gli altri, con Stefano Benni e Dario Fo. Laureata in Sociologia – specializzata in Comunicazione e Semiotica – si occupa di Politiche Familiari e Diritti dei Minori presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e L’Istituto Nazionale di Pedagogia Familiare. Dopo programmi di intrattenimento surreale,  informazione e “approfondimento laterale”, approda al giornalismo sportivo. Attualmente è  ON AIR tutti i giorni – dal lunedì alla domenica – sui 101.5 FM di Radio Centro Suono Sport, dove parla di Calcio ed in particolare di A.S. Roma. Di lei hanno detto: “E’ una delle promesse della satira italiana” (Stefano Disegni) “E’ una scrittrice umoristica davvero divertente” (Stefano Benni) “Deve all’ente sottoelencato 495,16 €” (Equitalia)

4 Annarita Briganti

Annarita Briganti Giornalista culturale, scrittrice e blogger. Scrive di Cultura e molto altro su Repubblica e Donna Moderna, dove ha anche un blog. Si occupa di qualsiasi cosa abbia a che fare con la letteratura. È l’autrice di Non chiedermi come sei nata (Cairo), il suo primo libro, che sta portando in giro per l’Italia e prossimamente anche a teatro con il suo adattamento drammaturgico. Una storia vera di amore e fecondazione assistita. Con questo romanzo ha vinto il Premio Comoinrosa (sezione esordiente) ed è stata finalista a diversi altri riconoscimenti. Pubblica racconti. Dirige la rassegna letteraria “Inchiostro” della Biblioteca di Treviglio. Fa la consulente per importanti manifestazioni. Ama presentare i libri suoi e degli altri, fotografare, andare alle prime, leggere, mangiare, bere e i grandi artisti. La trovate su Periscope, Twitter @annaritab72 Facebook e ovunque ci sia connessione.

5 Monia Colianni

monia colianni Classe 1980, dopo la laurea si specializza presso una Scuola Manageriale di Comunicazione Strategica, a Milano. Ha frequentato corsi sul corto narrativo e la Scuola Yanez. Ha pubblicato due romanzi, L’amore e la psiche (2012) e A proposito di Dafne (2014), entrambi per 0111 Edizioni. La sua penna all’occasione sa farsi tagliente: segue una rubrica di satira per il sito Non si sevizia un paperino e mensilmente scrive editoriali per il blog letterario Books Hunters. Non ama chi si prende troppo sul serio e vuole la ragione sempre in tasca. Ama tante piccole cose. Ma davvero.

6 Patrizia Emilitri

patrizia emilitri Nata a Tradate e residente a Vedano Olona, collabora a un’attività di consulenza tecnica industriale occupandosi di contabilità. Appassionata di lettura e scrittura, ha vinto numerosissimi premi nell’ambito di concorsi letterari, quali il Premio Montagne d’argento, Il pennino d’oro, Il corto del Cavedio, Conca azzurra, Donne in giallo Edigiò. Con il romanzo Vite in alfabeto: Donne dalla A alla Zeta è stata finalista con menzione al Concorso Jacques Prevért e con il romanzo La bambina sul tappeto è stata finalista con menzione al Premio Guido Morselli. Con la raccolta Il conto della serva ha vinto il Premio Chiara Inediti e due dei testi premiati sono contenuti in Racconti (Macchione). Suoi racconti sono anche in Il tempo di un aperitivo (Macchione, 2007), Racconti in movimento, 365 storie cattive (2010), antologia benefica a cura di Paolo Franchini, Lettere d’amore, Fiato Corto (Il Cavedio, 2010), I racconti della nonna. Il suo testo teatrale Controlla che il cesso sia pulito è stato finalista al concorso Tutte in scena dell’Unione Femminile Nazionale. Ha pubblicato diversi romanzi: La volta del bricolla (Macchione, 2010), andato più volte in ristampa e vincitore del secondo premio al concorso Garcia Lorca di Torino, Il testamento della maestra Elma (Macchione, 2011), il giallo L’amore è morto (Macchione, 2012) e La carezza leggera delle primule (Sperling & Kupfer, 2014). È tra le fondatrici del gruppo culturale Le curiose, con cui organizza rassegne, eventi culturali e presentazioni letterarie. Tiene corsi di scrittura presso La tana delle costruzioni.

7 Rossana Girotto

rossana girotto Vive a Sesto Calende ma è legatissima anche al Lago d’Orta. Dopo gli studi di lingue a Varese, Milano e Trieste, ha lavorato a Varese e a Milano, con incursioni a Bruxelles, Dublino e Dundalk. L’acqua è per lei continua fonte di ispirazione, tanto da essere il filo conduttore della sua raccolta Ofelia sapeva nuotare. Vincitrice di diversi concorsi letterari nazionali, scrive fiabe e racconti, alcuni dei quali diventati una performance teatrale. Collabora con stampa locale, web press e radio, e organizza rassegne letterarie. È presente in numerose pubblicazioni, come le antologie Delitti d’acqua dolce, Giallo Lago e Delitti di lago, nate dal Premio GialloStresa, che ha vinto nel 2014 con Negatité, pubblicato nel Giallo Mondadori n.1356. Dopo il fortunato Lo Gnomo di Curiglia edito nel 2007 da Colibrì Edizioni, ha pubblicato Ofelia sapeva nuotare (2012) ed Effetti Personali (2014), editi da RswItalia.

8 Lilli Luini

lilli luini Lilli Luini è nata a Varese. Laureata alla Statale di Milano, con una tesi in sociologia sulla Scuola di Paolo Alto, sognava di fare la ricercatrice. Ha trovato lavoro in campo finanziario e si è rassegnata. Non ha mai smesso però di coltivare le sue passioni. Da quando è adulta, dovunque vada, porta con sé due cose: un libro, perché potrebbe trovare il tempo per leggere, e la reflex, perché potrebbe imbattersi in qualcosa da fotografare. La passione per la scrittura la fulmina in tempi più recenti: è il 2003 quando inizia a collaborare come editor con un sito per scrittori esordienti e comincia a pensare di cimentarsi con un romanzo poliziesco. L’incontro con un altro aspirante scrittore, Maurizio Lanteri, medico pediatra ligure, dà inizio a un sodalizio letterario che ha portato alle stampe Non tornare a Mameson (2007) e La forgia del diavolo (2009), entrambi per i tipi di Fratelli Frilli. Nel 2010 per Todaro esce Bruja, secondo classificato al Nebbiagialla 2011. Nel 2011 Nero Liguria – LAB Editore pubblica il racconto Il mare si è portato via la spiaggia. È del 2013 La cappella dei penitenti grigi (Nord). Con un comitato di redazione anima e coordina la web community letteraria Leggendo & Scrivendo. Proprio con loro ha pubblicato un originale romanzo fatto a racconti, dal titolo La contessa del Campo dei Fiori (Giulio Perrone Editore, 2007) Sposata, madre di due figli ormai grandi, oggi vive con il marito e una gatta sul Lago Maggiore. E se scrive un libro ogni due/tre anni, continua a leggerne due/tre alla settimana. È convinta che sia la proporzione giusta.

9 Silvia Menini

silvia menini Nasce nel 1981 a Verona, vivendo un’adolescenza dedita alla lettura. Sogna posti lontani e di diventare presto grande e indipendente per potersi concedere il primo viaggio oltreoceano. Si iscrive a Economia e Commercio, ma contemporaneamente lavora part-time per combattere la forte timidezza che, ad oggi, è ancora leggermente palpabile. Dopo la laurea si trasferisce in provincia di Varese per lavoro ma vi rimane solamente un anno perché viene presto trasferita in Belgio, dove vive per due anni, senza mai vedere il sole e socializzando molto poco. Decide così di tentare la fortuna specializzandosi con un MBA e sceglie gli Stati Uniti come destinazione. Dopo due anni rientra in Italia e riprende due delle sue più grandi passioni: la scrittura, iscrivendosi anche a un corso di scrittura creativa presso la Holden di Torino e il vino, diventando finalmente Sommelier nel 2012. Giornalista pubblicista, collabora con la rivista online Mondo Rosa Shokking dove scrive di vini, libri e organizza degustazioni in cantina. Ha pubblicato un racconto nella raccolta Milano Forte Piano 2 (Happy Hour edizioni, 2012) e un romanzo breve a puntate Amore ho perso l’aereo (Chichili Agency, 2014). Ha scritto articoli di enologia sul blog americano Lost Girls e racconti sulla rivista letteraria Torno giovedì. Nel suo blog Il Cavalibri abbina il giusto vino ai libri che recensisce. È Marketing Manager presso Loro Piana, ma sogna di pubblicare un nuovo libro.

10 Sabrina Minetti

images-2 Milanese con ascendenze trentine, austriache, giamaicane e pugliesi, si occupa di formazione, comunicazione, editoria. I libri la portano sempre più spesso nel “distretto dei laghi italiano”. Ha pubblicato il romanzo L’isola dei voli arcobaleno (Autodafé, 2011), finalista Sanremo Writers 2012 e primo premio Lago Gerundo 2014, e numerosi racconti in antologie: I sommersi, Il negozio, Racconti mondiali (Autodafè, 2014), Delitti d’estate (Novecento, 2014), 10 Novelle in cerca di sogni (B&B), Cartoline di Natale (Meme Publishers, 2014) e le raccolte Delitti d’acqua dolce (Lampi di stampa, 2012), Giallolago (Eclissi, 2013) e Delitti di lago (Morellini, 2015), nate dal premio Giallostresa, nell’ambito del quale è stata tre volte finalista. Edizioni dEste ha pubblicato nel 2014 #librosospeso, il primo volume della collana Cubook, realizzata in collaborazione con l’acceleratore d’impresa Rancilio Cube per raccontare storie d’impresa attraverso il linguaggio della narrativa. Ha collaborato con Ambretta Sampietro nell’organizzazione del festival letterario Stresa, un aperitivo con… Ha ideato e condotto Chef per una sera, presentazioni di libri con l’autore in veste di chef, e ha presentato Sapore d’autore, cene con scrittori in diretta TV, e Segreta è la notte, incontri a sorpresa in libreria. Collabora con il Festival Letteratura di Milano. Con lo chef Franco Marino ha partecipato a Top Gusto, Telelombardia. Già caporedattrice di Torno Giovedì, scrive su Mondo Rosa Shokking. È editor di Edizioni dEste e culture provider dell’acceleratore d’impresa Rancilio Cube.

11 Jessica Moro

Jessica Moro Nata il 14 febbraio in provincia di Varese, vive e lavora in un piccolo paese vicino al lago Maggiore. Insieme a una cara amica, gestisce il bookshuntersblog.blogspot.it, che le vede impegnate nel mondo letterario e culturale e nell’organizzazione di eventi e presentazioni di libri con la collaborazione dell’Assessorato alla cultura di Varese e della Biblioteca Civica della città.

12 Sergio Scipioni

sergio scipioni Nativo di Rocca Sinibalda, in provincia di Rieti, all’età di diciotto anni si arruola nella Guardia di Finanza e si trasferisce al Nord, dove tuttora risiede, a Brusimpiano. Ha conseguito il grado di Sottufficiale e, ora in pensione, si dedica alle sue passioni: passeggiare in mezzo alla natura, scrivere storie, stare con i suoi nipotini, per i quali inventa dolcissime favole. Ha pubblicato Caini e Spalloni (Giacomo Morandi Editore, 2012), vincitore della sezione Segnalati del Premio Chiara 2012, Storie di confine e di contrabbando (Edizione Arterigere, 2013), riedito da Edizioni dEste nel 2014 (la novella La sfrosina è stata finalista al premio letterario Città di Como), Le favole di Nonno Sergio (Edizioni dEste, 2013), best seller su Amazon nella sezione letteratura per ragazzi, e Magnalardo (Edizioni dEste, 2014).

13 Laura Travaini

SONY DSC È insegnante e vive a Orta San Giulio. Formatasi nell’ambito dei Beni Culturali, ha collaborato per alcuni anni alle pagine locali de L’Informatore. Dal 2005 ha scritto per le pagine culturali de L’Azione e, in seguito, per le pagine della cultura del Corriere di Novara. Ha scritto nel 2008 per la rivista dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, Ambiente Società e Territorio. Ha ideato e organizzato, per l’Unione Comuni del Cusio, la rassegna letteraria ed enogastronomica Scrittori e Sapori intorno al lago d’Orta che è andata snodandosi dal 2008 al 2010. Nel 2011 ha fondato, insieme ad alcuni scrittori e chef, l’associazione Scrittori e Sapori. Nel 2012 ha curato l’antologia Il Gusto del Piemonte. Tradizioni Piatti Scritti, pubblicata da Conti Editore e vincitrice nel 2013 del premio letterario Libri da Gustare per la sezione Il cibo in letteratura. Nel volume sono inseriti due suoi racconti, La spada nella roccia e Intrecci sull’acqua (firmato con il nom de plume Sandra Riviera). Nel 2014 ha ideato e condotto, proseguendo tuttora con gli appuntamenti, la formula degli incontri culturali legati alla letteratura e all’enogastronomia Se uno scrittore e uno chef s’incontrano… Nel 2015 ha fondato, con la regista e attrice torinese Anna Abate, la compagnia teatrale Teatro delle Golose.

la traduttriceMiriam Bait

IMG_6864

Miriam Bait è docente di lingua inglese presso l’Università degli Studi di Milano, facoltà di Scienze Politiche. Dal settembre 2015 si occuperà di linguaggi letterari presso la facoltà di Lettere e Filosofia. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e ha tradotto saggistica e narrativa, fra cui Joseph Conrad, Henry James e Daniel Defoe. Fra i suoi filoni di ricerca vi sono l’uso della lingua inglese nella rappresentazione delle località turistiche e dei temi legati al cibo. Fa parte dell’Associazione Italiana di Anglistica e della Scuola di Dottorato in Lingue straniere, Letteratura e Cultura del Dipartimento di Linguistica, Letteratura e Studi Filologici. 

Vidoleggiamo 2015- festival letterario dell’Istituto Comprensivo Vidoletti

Anche quest’anno parteciperemo al Festival Letterario Vidoleggiamo, proposto ai ragazzi della scuola primaria e media Vidoletti di Varese.

La nostra curatrice ed editor Sabrina Minetti, terrà dei laboratori di scrittura creativa con i ragazzi delle medie i cui elaborati verranno poi raccolti e pubblicati sul blog di Edizioni dEste in una speciale pagina Vidoleggiamo, insieme alle drammaturgie che altri studenti hanno preparato per l’evento.

Sergio Scipioni, racconterà le sue favole ai più piccini e parlerà delle tradizioni agricole e culinarie di un tempo, descritte nel suo libro Magnalardo, ai più grandicelli.

Federico Cappello, autore del libro Il MIo Sogno, parlerà della sua sua passione per la cucina che l’ha portato ad arrivare secondo alla prima edizione di MasterChef Junior Italia

I dettagli nella brochure

pieghevole  vidoleggiamo 2015

pieghevole definitivo Vidoleggiamo 2015