autori

Gianni Spartà

gianni sparta

Giornalista, è nato a Messina e vive da sempre a Varese. Ha scritto libri di storia industriale, saggi d’attualità, biografie di famosi imprenditori. Tra gli altri: “Mister Ignis – Giovanni Borghi nell’Italia del miracolo” (Mondadori 2002), dal quale Rai Uno ha tratto una fiction in due puntate nel 2014; “Felice Rusconi, la carriera di un magutt” (Nicolini, 1986); “Vivere d’aria” (Macchione Editore, 2009); “Se lo dice lei” (Nicolini, 1995); “La tradizione del moderno – Storia della Mazzucchelli” (Macchione Editore, 1999) “Paul & Shark, una storia italiana” (Quattroemme, 2000); “Tutta un’altra storia” (Pietro Macchione Editore, 2015).

 

Marco Zanisi

marco-zanisi

(Milano, 1967) dopo gli studi entra subito in Lyto’s, l’impresa di famiglia. Rapidamente acquisisce padronanza degli aspetti produttivi e organizzativi, affancando il padre Roberto – leggendario capitano d’industria e fulcro delle trattative commerciali – nella gestione dell’azienda. Dal 2010 la guida di Lyto’s passa nelle sue mani. Oggi Marco Zanisi è Amministratore Unico e titolare della società. Da sempre appassionato della parola scritta, nel 2015, in occasione del cinquantennale di Lyto’s, decide di raccontarne la storia, per ripercorrerne le tappe e celebrarne i valori.

 

Marta Zighetti

unnamed-2

Marta Zighetti è psicoterapeuta della famiglia iscritta all’albo del tribunale ordinario di Varese, terapeuta della coppia e terapeuta Practitioner emdr. Esperta nel campo dei disturbi dell’attaccamento, nella cura dei traumi relazionali complessi, nel ruolo dei segreti familiari. In questi ultimi anni si interessa dei problemi legati al rapporto famiglia-lavoro, e soprattutto al tema etico all’interno delle relazioni sia affettive che produttive e delle possibili ripercussioni sulle persone, sulle coppie e sulle famiglie. E’ laureata anche in filosofia e vive Varese con i suoi 4 figli.

Guido Castelli

guido castelli

51 anni, è sindaco di Ascoli Piceno dal 2009. Candidato unico del centrodestra, nel 2014 è stato rieletto al primo turno, per il suo secondo mandato, con una percentuale di consensi che ha sfiorato il 60%. Laureato in Giurisprudenza, Castelli è avvocato cassazionista. E’ sposato. Con la moglie, Anna Saveria Capriotti, è da sempre impegnato in attività sociali, prima ancora di dedicarsi all’attività politica. Militante di Alleanza Nazionale, poi in Forza Italia, Castelli ha da sempre coltivato una forte identità radicata nei valori  cattolici e una altrettanto forte capacità laica di dialogo con tutti, amici e avversari politici. Alla sua esperienza amministrativa locale – prima di fare il sindaco è stato per dieci anni consigliere regionale nelle Marche – ha aggiunto da cinque anni un impegno di carattere nazionale nell’Anci (l’Associazione nazionale Comuni d’Italia), come responsabile per la finanza locale e quindi come Presidente di Ifel, l’Istituto per la Finanza e l’Economia locale.

 

Durim Taci

taci

classe 1964, giornalista, traduttore e narratore, vive a Bergamo. Ha studiato filologia e cinematografia a Tirana ed è stato editorialista culturale per diversi quotidiani albanesi.

Ha tradotto in albanese, dall’inglese e l’italiano, oltre quaranta titoli letterari pubblicati. Tra le sue traduzioni dall’italiano all’albanese, una ventina di titoli, si ricordano particolarmente quelle di importanti autori, quali Italo Svevo, Alberto Moravia, Alberto Bevilacqua. Ha tradotto anche numerosi romanzi di successo di Pablo Coelho per la casa editrice Toena di Tirana.

Ha al suo attivo due raccolte di racconti brevi e tre romanzi, pubblicati in Albania. Il romanzo Codice Kanun (©2016 Edizioni dEste), è il suo esordio nella narrativa in lingua italiana, con il titolo L’inviato ha vinto il Premio Internazionale Montefiore 2014. Il racconto La badante, tra i vincitori del concorso Città di Genova 2014, è stato pubblicato dalla rivista letteraria Satura nel novembre 2014.

 

Eva F Dewalker

n_kmGhCa

E’ uno pseudonimo. Ricercatrice indipendente nel campo della Fisica, è l’autrice del romanzo Sabbia. La sua sabbia del cuore è quella della spiaggia che racconta in questa storia.

 

Angela Varani (illustratrice)

-WaWivIy

nata nell’agosto del 1981, vive e lavora a Milano. Illustratrice, pittrice e set designer. Ha realizzato illustrazioni, copertine e storyboard per diverse Case Editrici, quotidiani e Aziende in Italia e in UK. Le sue Mostre Personali sono state per lo più a Milano dove è stata anche ospite come disegnatrice in RAI.

 

Miriam Bait (traduttrice)

IMG_6864

Miriam Bait è docente di lingua inglese presso l’Università degli Studi di Milano, facoltà di Scienze Politiche. Dal settembre 2015 si occuperà di linguaggi letterari presso la facoltà di Lettere e Filosofia. Ha all’attivo numerose pubblicazioni e ha tradotto saggistica e narrativa, fra cui Joseph Conrad, Henry James e Daniel Defoe. Fra i suoi filoni di ricerca vi sono l’uso della lingua inglese nella rappresentazione delle località turistiche e dei temi legati al cibo. Fa parte dell’Associazione Italiana di Anglistica e della Scuola di Dottorato in Lingue straniere, Letteratura e Cultura del Dipartimento di Linguistica, Letteratura e Studi Filologici.

 

 

MILENA PRISCO

12295364_10206975863308586_8926896914364199346_n

Scrive poesie e racconti. Ha collaborato con Il Garantista come giornalista. Suoi lavori in poesia e in prosa sono stati pubblicati in diverse antologie. Il racconto Marco Cavallo è Vivo è stato pubblicato dalle riviste letterarie “Microcenturie” (www.microcenturie.it) e “SUD” prima di diventare una performance rappresentata in teatri e gallerie. Collabora dal 2011 con le riviste letterarie “Torno Giovedì” (www.tornogiovedi.it) ed “UNONOVE” (www.unonove.org). Suoi racconti sono presenti in rete su alcuni blog letterari nazionali come “Poetarum Silva” e“Nazione Indiana”. Nel novembre 2014 è stato pubblicato il suo primo romanzo breve “L’uomo dalla bocca grande” per Lite Editions. Ha scritto per la raccolta Storie d’impresa [av]vincenti, (©2015 Edizioni dEste/Rancilio Cube) il racconto Una Faye per capello: i sogni sono fatti dagli uomini.

 

 

LAURA VERONI

Laura colori

è nata e vive a Varese. Insegnante di Lettere, ha frequentato il Liceo Classico Cairoli e si è laureata in Pedagogia all’Università Cattolica di Milano.

Vincitrice del premio migliore scrittura femminile al concorso  GialloStresa 2013 con il racconto La Chiesa, edito da Eclissi, Milano, contenuto nell’antologia Giallolago. Ha vinto il concorso CARTOLINE DI NATALE indetto da  Meme Publishers con il racconto Un fottuto Natale.Ha pubblicato all’interno del progetto NARRATIVO PRESENTE, edito da Autodafé Edizioni, i racconti Achsa, Splendido Splendente, Finché morte non ci separi, L’attesa, La prospettiva del futuro, Nutrire il pianeta. Finalista al concorso GialloStresa 2014 con il racconto Il vicino, si è classificata seconda al concorso LETTURE DA METROPOLITANA 2014 con il racconto Ultima fermata San Babila. Ha pubblicato nell’antologia Nudi e Crudi, edita da Eclissi il racconto Delirium. Ha pubblicato nell’antologia Delitti di lago il racconto L’albergo. Ha pubblicato nell’antologia Mamma, che impresa!, edita da Edizioni dEste, il racconto I Sarti del vino.

Ha pubblicato con www.lulu.com I ricordi di LallaVolevo solo essere felice, il saggio psicopedagogico Lettera ad uno psichiatra e il testo di didattica Tema, che passione!  Ha pubblicato con ilmiolibro.it il thriller Thanatos

Ha un blog: TUTTI I COLORI DI LAURA e un sito didattico: LA PROF VERONI E I SUOI ALUNNI

Canta nel gruppo rock CLASSE F

 

LAURA TRAVAINI

laura tr

è insegnante e vive in Piemonte, a Orta San Giulio. Formatasi nell’ambito dei Beni Culturali, ha collaborato per alcuni anni alle pagine locali de L’Informatore. Dal 2005 ha scritto per le pagine culturali de L’Azione e, in seguito, per quelle della cultura del Corriere di Novara. Ha scritto nel 2008 per la rivista dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, Ambiente Società e Territorio. Ha ideato e organizzato, per l’Unione Comuni del Cusio, la rassegna letteraria ed enogastronomica Scrittori e Sapori intorno al lago d’Orta, che è andata snodandosi lungo la riviera del lago d’Orta dal 2008 al 2010. Nel 2011 ha fondato, insieme ad alcuni scrittori e chef, l’associazione Scrittori e Sapori. Ha curato l’antologia Il Gusto del Piemonte. Tradizioni Piatti Scritti (Conti Editore, 2012), risultata vincitrice nel 2013 del premio letterario Libri da Gustare per la sezione Il cibo in letteratura. Nel volume sono inseriti due suoi racconti, La spada nella roccia e Intrecci sull’acqua (firmato con il nom de plume Sandra Riviera). Nel 2014 ha ideato e condotto, proseguendo con gli appuntamenti anche nel 2015, la formula degli incontri culturali legati alla letteratura e all’enogastronomia Se uno scrittore e uno chef s’incontrano… Nel 2015 ha fondato la compagnia teatrale Teatro delle Golose. Con il racconto La piccola pasticcera e il clown ha partecipato all’antologia Exponovels. Scrittori e Sapori del distretto dei Laghi ( Edizioni dEste, 2015). Ha curato, dal punto di vista organizzativo, le presenze dell’associazione Scrittori e Sapori, ospite del Teatro del Cluster del cacao e del cioccolato di cui Eurochocolate è official content provider, in EXPO Milano 2015. In occasione degli Eurochocolate Awards, tenutisi il 22 ottobre 2015 a Perugia, le è stato conferito l’award per l’Editoria.

 

GAETANO ALLEGRA

tano per retro via bombato

Gaetano Allegra è nato il primo giorno di giugno del 1979, a Milano. Si è diplomato al Liceo Classico E. Cairoli di Varese nel 1997 e nello stesso anno ha cominciato a lavorare come giornalista per la rivista turistica internazionale Rendez-Vous, poi diventata Italia è. Successivamente è stato redattore di testate periodiche e quotidiani, fra i quali La Prealpina. Ha lavorato per oltre dieci anni in campo giornalistico firmando da direttore responsabile alcuni settimanali sportivi. È stato inoltre autore di testi televisivi. Appassionato di pianoforte e di letteratura, vive e lavora attualmente a Varese. Il demonio di Sant’Andrea è il suo romanzo d’esordio.

 

SILVESTRO PASCARELLA

Silvestro Pascarella

Silvestro Pascarella (Busto Arsizio, 16 gennaio 1966)

Comincia molto presto a frequentare la redazione di Busto Arsizio de La Prealpina: a diciannove anni fa le sue prime corrispondenze. Nel frattempo si laurea in Filosofia all’università Cattolica di Milano e diventa presto giornalista professionista. Nei suoi servizi prevale sempre il lavoro di ricerca, sia quando si misura con i fatti locali, sia quando si confronta con i personaggi politici della scena nazionale. Convinto difensore del giornalismo d’inchiesta, avvia una serie di reportages, tra cui quello in Afghanistan insieme alle forze della Nato, dal quale è tratto il libro La rivoluzione della verità, Edizioni dEste ©2015.

 

DAVIDE CAFORIO

Davide Caforio

Davide Caforio (Castellanza, 22 gennaio 1966)

Inizia a fotografare nel 1988, quando comincia a pubblicare i suoi primi servizi. Professionista dal 1997, diplomato in fotografia all’istituto Bauer di Milano, ha collaborato con diverse agenzie pubblicando servizi sui più noti quotidiani e settimanali nazionali. Attualmente collabora con l’agenzia Blitz di Varese e Newpress di Milano occupandosi di cronaca. Appena può si dedica a reportage di più ampio respiro, l’ultimo sugli altopiani dell’Etiopia a Bekoji per fotografare gli allenamenti dei futuri campioni della corsa.

 

SABRINA MINETTI

NUM_0754
(Milano, 1965) si occupa di formazione, comunicazione e editoria. È giornalista pubblicista, editor e scrittrice. Ha pubblicato i romanzi L’isola dei voli arcobaleno (Autodafè, 2011) e Sabbia (Edizioni dEste, 2016, con lo pseudonimo di Eva F Dewalker) e numerosi racconti in antologie. Nel 2015 traspone il caso aziendale di Lyto’s in un racconto per la raccolta Storie d’impresa [av]vincenti (Rancilio Cube/Edizioni dEste 2015). Quando Marco Zanisi le parla del suo progetto di libro sulla storia di Lyto’s gli propone di scriverla come un romanzo.

 

ROSSELLA CANEVARI

immagine Rossella Canevari per blog

Rossella Canevari è una e trina, come racconta anche nel suo blog http://www.onein3.net, e porta avanti, in giro per il mondo, la sua triplice attività, in rete con partner di eccellenza: è Rossella, scrittrice e editrice del magazine on line Mondo Rosa Shokking; è Roxy, fashion lover e organizzatrice di eventi culturali, deus ex machina della IMAF Chefs’ Cup; ed è Scarlett, viaggiatrice, sportiva e animatrice di progetti con forte valenza sociale, come il Festival Dream Time, dedicato alle persone diversamente abili e al loro coinvolgimento nelle attività artistiche, e come il calendario MRS 2015, contro la violenza di genere. Ha pubblicato, tutti per Newton Compton, No panic (2009), 101 luoghi dove fare shopping a Milano almeno una volta nella vita (con Carlotta Pistone, 2010), Voglio un mondo rosa shokking (con Virginia Fiume, 2010), Un amore rosa shokking (2012).

FRANCO COVI

Franco-Covi

Franco Covi inizia l’attività di fotografo nel 1987 dopo un periodo di lavoro in qualità di assistente di importanti fotografi internazionali. In seguito collabora come assistente presso gli studi di Vogue Italia dove raffina la sua preparazione improntata verso la fotografia di moda. Nel 1991 comincia il suo lavoro come fotografo professionista che lo porta a lavorare per numerosi fashion designer e testate di moda. Dal 2011 si dedica anche alla fotografia di advertising. La sua passione per la danza e il movimento del corpo lo portano a collaborare con molti danzatori in un percorso di ricerca che sfocia nella sua prima mostra personale a Milano nella sede della provincia. Spinto da un continuo interesse alla sperimentazione, comincia a usare la macchina fotografica anche come strumento di ripresa realizzando dei corti orientati sul tema del corpo umano in movimento.

DANIELE VERSARI

unnamed

Daniele Versari è nato a Livorno il 10 ottobre del 1974. Laureatosi in Medicina e Chirurgia nel 2000 a Pisa, ha conseguito la Specializzazione in Medicina Interna nel 2007 ed ha proseguito la sua carriera come assistente ricercatore fino al 2008, pubblicando come autore o coautore oltre 50 lavori scientifici su riviste nazionali ed internazionali. Dal 2004 al 2006 ha vissuto negli Stati Uniti, dove ha lavorato nell’ambito della ricerca cardiovascolare presso la Mayo Clinic di Rochester in Minnesota. Prima del ritorno in Italia, si è sposato con Elena ad Arches Park, Parco Nazionale dello Utah. Da circa 2 anni lavora presso il dipartimento di Emergenza dell’Ospedale di Livorno. L’attuale occupazione gli consente di aver una maggiore quantità di tempo per dedicarsi alle sue passioni, quali viaggiare, sia per motivi ludici che umanitari (nel 2010 ha lavorato presso Il Centre de Sanitè di Muhura in Rwanda), fotografare, leggere romanzi e saggi di storia medioevale. Ama il passato, vive il presente, non si cura molto del futuro, ma sogna di partire zaino in spalla e nessuna meta… naturalmente con la sua adorata Elena! Si definisce un Cristiano (di cultura) ateo (di fede). Ha un cane, un bouledougue francese di nome Caffè (in onore della sua bevanda preferita) ed è in attesa della piccola Sveva.

Il suo thriller storico Merkavah, già autopubblicato in versione digitale, è disponibile da Natale 2014 in una nuova veste grafica per Edizioni dEste, con il titolo: La reliquia perduta, Merkavah.

FEDERICO CAPPELLO

DIE_3690 copia

Federico nasce in provincia di Milano nell’agosto del 2001. Si appassiona ben presto alla cucina, prima con la nonna e poi con la mamma. Intraprendente e comunicativo, nel 2012 apre un blog – www.ilricettevole.it – dove racconta i suoi sogni e i suoi piatti.

La svolta arriva con la partecipazione alla prima edizione di Junior Masterchef Italia, nel marzo 2014. Si classifica secondo e decide che da grande farà lo chef. Dopo questa meravigliosa esperienza, comincia a scrivere una raccolta di sue ricette, che esaltano le materie prime di qualità e i sapori decisi e che sono un assaggio del suo estro e del suo smisurato amore per l’arte culinaria. 
Sessanta ricette, che sono il risultato delle sue sperimentazioni con i colori e i sapori del cibo e di tante prove realizzate nella cucina di casa.  Una raccolta che dimostra che tutti, anche un bambino, possono realizzare grandi piatti. Basta metterci cuore e tanta, tanta passione.

MATTEO GAMERRO

Matteo spiaggia

appassionato di tutti gli sport, uno che “ama sudare”, uno di quei tipi che della propria prestanza fisica fanno un vanto, uno che, senza fare troppa fatica, riesce bene in tutto, a diciannove anni, mentre frequenta il primo di anno di università al Politecnico di Torino, scopre di avere la sclerosi multipla. Inizia così il suo cammino di confronto e lotta con la malattia, che è anche fonte di una profonda evoluzione personale. Mentre costruisce il suo percorso terapeutico, si laurea in Ingegneria gestionale, trova lavoro all’Alenia Aermacchi e nel 2012 decide anche di aprire un blog, www.altezzaculo.it, dedicato ai suoi “pensieri settimanali”, riflessioni esistenziali che nascono dal suo particolare punto di vista: da seduto su quattro ruote, due grandi, due piccole. Se la malattia gli ha tolto pezzi di autonomia, la sua nuova condizione gli ha donato una sensibilità più accesa e ha reso ancora più grande il suo amore per la vita, che va vissuta fino in fondo, coltivandone la bellezza e cercando sempre il lato positivo di ogni situazione, anche quella apparentemente più insormontabile.
Nel 2014 è invitato a tenere un ciclo di conferenze per le scuole, nell’ambito del progetto Il testimone ai testimoni, percorso educativo – sportivo per la legalità, organizzato dall’omonima associazione, in collaborazione con Libera Associazione, nomi e numeri contro le mafie. Don Luigi Ciotti lo ha premiato come Campione nella vita.
Piemontese, trentacinque anni, vive in una splendida casa immersa nella natura, dove, nel tempo libero e quando non è in giro per il mondo, ama leggere, scrivere e occuparsi dei suoi bonsai.

TIZIANA FARELLA

Tiziana ritratto

Tiziana Farella, vive a Laveno ed è nata a Cittiglio, in provincia di Varese, il 7 giugno 1981. Ama il canto – fa parte del coro di Mombello – e camminare.

 

MASSIMILIANO COMPARIN

11050689_10207613723291873_3064078177098141043_o

classe 1973, di professione copywriter pubblicitario, lavora tra Milano e Roma. E’ direttore editoriale della casa editrice varesina Edizioni dEste.

Ha esordito con la scrittura nel 2010 con il thriller storico «I cento veli» in cui tratta il tema dell’esodo istriano e delle foibe in una modalità priva di strumentalizzazioni politiche; pubblicato da Nem ed in seguito acquistato da Baldini&Castoldi, è ora in terza edizione con Edizioni dEste. Il libro ha ricevuto diversi premi tra i quali il Premio Letterario Tanzella e il Premio Locande del Doge.

Nel 2013 inizia, in collaborazione con il consorzio PattiChiari (ora Feduf), la carriera di drammaturgo, scrivendo il copione di uno spettacolo teatrale, «Econosofia», che parla di legalità e responsabilità nel mondo dell’economia: la pièce è diventata anche un libro digitale, pubblicato da Edizioni dEste a Natale 2013, che è tra i più venduti su Amazon nella sezione teatro.

A gennaio 2015,  Econosofia, interpretata dalla compagnia Genovese-Beltramo, è diventata una web serie.

Econosofia, in collaborazione con il MIUR, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, tra il 2013 e il 2014 ha seguito una tournée in tutto il territorio nazionale e lo scorso 23 maggio ha calcato il palco del Teatro Politeama di Palermo, in una versione riadattata per i ragazzi, in occasione dell’anniversario della strage di Capaci.

Il nuovo libro di Comparin «Il male accanto», ambientato negli anni di piombo, parla di infiltrazioni mafiose nel Nord Italia, è uscito a ottobre 2015 per Jouvence editore.

Comparin è un intellettuale moderno e si pone nei confronti delle tematiche storiche e sociali con una visione critica sempre costruttiva; grazie alla sua creatività artistica, propone soluzioni innovative che non si distaccano però dai forti valori etici a cui è legato e ai quali tiene a sensibilizzare, in particolar modo, le nuove generazioni. Ne è una dimostrazione il video virale (3000 visualizzazioni nel giro di poche ore) ItalianThanksGiving, girato in occasione del giorno del ringraziamento americano, nella scuola ebraica di Milano. Il video, di forte impatto emotivo per il messaggio che lancia, è stato utilizzato per la giornata della Previdenza Sociale.

A marzo 2014, in occasione della giornata della legalità al teatro dal Verme di Milano, Comparin è stato premiato per l’impegno civico da La Banda degli Onesti, in presenza del sindaco Pisapia.

Massimiliano ha blog personale costantemente aggiornato con le sue attività artistiche e sociali http://www.massimilianocomparin.it

SERGIO DI SIERO

foto per libro

Sergio di Siero, ha pubblicato articoli sulla cultura del territorio, racconti su “la Provincia di Varese” e sul mensile Living.

Ha collaborato con il fotografo Riccardo Ranza alla pubblicazione di Opus, Međugorje, Varese: l’anima del confine.

Ha pubblicato: I segni sui muri e Lontano. Come le nuvole e, ad agosto 2014, Parlami della tua ombra con Edizioni dEste.

sergiodisiero@libero.it

ANDREA BAIOCCO

baiocco

si è occupato di cronaca nera a Milano dal 1993 al 1998, per poi seguire i fatti politico/amministrativi nelle televisioni locali fino al 2003, quando è approdato alla Regione Lombardia. Ha sempre avuto in mente questa storia e, per anni, avrebbe voluto scriverla, ma, per un motivo o per l’altro, non è mai riuscito a farlo finché un giorno, per una serie di vicissitudini personali e per alcune discutibili scelte, la pulsione non è stata talmente intensa che non ha potuto far altro se non sedersi alla scrivania e iniziare. A luglio 2014 pubblica in ebook L’ombra dell’odio con Edizioni dEste.

CARLO ALFIERI
alfieri

Chimico e viaggiatore, dopo il ritiro dalla sua professione non ha smesso di girare il mondo. In senso lato e metaforico. Ora viaggia parecchio attraverso le storie che scrive, partecipando attivamente a eventi letterari e culturali, dove presenta le sue opere e quelle degli amici autori, e pure attraverso le meravigliose strade della rete, con il suo blog http://www.carloalfieri.com. La chimica, si sa, è cosa complessa. E Carlo Alfieri, di certe complessità s’intende: della chimica degli elementi e di quella sentimentale. Di quest’ultima in particolare Alfieri si occupa ultimamente. I suoi esperimenti sono ora letterari, e scrive romanzi, fitti di imprevedibili reazioni: armoniose o esplosive. Nella sua personale tavola periodica degli elementi spiccano l’amicizia, i viaggi e le culture del mondo, la passione per la buona tavola, un very British sense of humor, ma soprattutto l’amore, che tutto può trasformare in oro e tutto può distruggere. Nel 2012 Mursia ha dato alle stampe Una vita complicata. Per dEste Edizioni sono usciti nell’inverno 2014: Romanzo d’una storia nata male, Il principio di tutte le cose, La Nemesi Moldava, a luglio 2014  Ultimi giorni del corallo buono, Romanzo rosa dipinto di blu e La cerimonia delle peonie.
Altri suoi romanzi saranno presto pubblicati; nel frattempo, tra una pubblicazione letteraria e l’altra, si occupa di scienza, sulla rivista Il Porticciolo, organo del Centro Culturale Il Porticciolo (www.ilporticciolocultura.it).
Da oltre un anno tiene conferenze mensili, di varia cultura, per i detenuti del carcere di San Vittore a Milano.
Piccole cose personali: è appassionato di cosmologia e di cucina, sia della “mamma”, sia etnica, come a dire di diversamente mamme; vive in una casa in mezzo al bosco sulle sponde del Lago Maggiore; ha un gatto rosso, di nome Leo, che ama dormire sulla tastiera del suo computer; affezionato lettore di due o tremila Autori.

SERGIO SCIPIONI
scipionisergio

nasce a Magnalardo, frazione di Rocca Sinibalda (Rieti) il 18 maggio 1950.
All’età di 18 anni si arruola nella Guardia di Finanza. Dopo il corso allievi, viene destinato in Valceresio ed inizia subito la sua esperienza nella lotta al contrabbando vivendo le prime avventure che hanno ispirato i suoi racconti.
Nel 1972 frequenta il corso sottufficiali e, acquisito il grado di di Vice Brigadiere, torna all’anticontrabbando nelle diverse località di confine. Nel corso della sua carriera viene premiato con diversi encomi sia semplici che solenni.
Il giorno del suo congedo, chiamato ad un incontro di commiato dal suo Colonnello Comandante, scopre che in poco meno di due decenni di servizio è riuscito a sequestrare merce per un valore di oltre venti miliardi di vecchie lire.
Ha pubblicato “Caini e Spalloni”, Giacomo Morandi Editore, Varese 2012, vincitore della sezione “segnalati” del Premio Chiara 2012 “per averci consegnato, con una scrittura semplice e piana, uno spaccato insolitamente romantico delle nostre terre di confine”.
Nel novembre 2013 ha pubblicato una raccolta per bambini “

Le favole di nonno Sergio” scritta per i nipoti ed edita da Edizioni dEste.

Hai poi pubblicato in ebook, sempre per dEste, “Le api contrabbandiere e altre favole di nonno Sergio” (2015).

A fine aprile 2014 “Storie di confine e di contrabbando”, precedentemente pubblicato con Arterigere, esce in seconda edizione per Edizioni dEste, sia in formato digitale che tipografico, il racconto La sfrosina presentato al Concorso Letterario Città di Como, alla prima edizione, arriva al terzo posto tra i vincitori della sezione narrativa.

I suoi racconti di contrabbando hanno attirato l’interesse di molti giornalisti e alcune sue interviste sono andate in onda su Rai Sport e Rai Storia in occasione del Giro d’Italia 2015, un’altra importante intervista è prevista per l’autunno del 2015 presso la sede romana di Rai International.

Storie di Confine e di Contrabbando ha ispirato la drammaturgia della pièce teatrale di Stefano Beghi, Rimanendo sul Confine.

A luglio 2014, Scipioni ha pubblicato una raccolta di ricette e tradizioni del suo paese natio, da cui il libro prende il titolo: “Magnalardo”(Edizioni dEste)

E’ autore di uno dei racconti della premiata raccolta “Exponovels, scrittori e sapori del distretto dei laghi”, antologia bilingue di novelle e ricette (Edizioni dEste 2015).

A gennaio 2016 esce per Edizioni dEste, la sua terza raccolta di racconti di contrabbando Passatori contrabbandieri e altri racconti, premiato con una targa di menzione al Premio Stresa di Narrativa 2016.

 

ANDREA FOGAROLLO
fogarollo
Vive a Porto Ceresio (VA), si occupa di letteratura, storia locale, storia contemporanea e storia dello sport. Ha pubblicato: Valganna, terra di emigranti (in AA. VV., Miscellanea di Storia delle esplorazioni geografiche, XXVII, Genova, Bozzi, 2002, pp. 161-211); con Sergio Scipioni, Storie di confine e di contrabbando (Varese, Arterigere, 2013, ora Varese, Edizioni dEste EdE, 2014). Suoi contributi sono apparsi in testi letterari pubblicati da vari autori. Grande appassionato di ciclismo su strada, ha scritto un approfondito saggio sul primo telaio in fibra di carbonio Alan, storia di un sogno che uscirà  a settembre 2014 con Edizioni dEste.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...