croce e delizia

VIOLETTA

Follie! Follie! Delirio vano è questo!
Povera donna, sola, abbandonata
In questo popoloso deserto
Che appellano Parigi,
Che spero or più?
Che far degg’io?
Gioire!
Di voluttà ne’ vortici perir!
Gioir!

Sempre libera degg’io
Folleggiare di gioia in gioia,
Vo’ che scorra il viver mio
Pei sentieri del piacer. Continua a leggere

Annunci

recensione de I cento veli

Vi proponiamo una recentissima recensione da parte di un lettore di Riva del Garda che ha espresso il suo pensiero su Amazon

“L’autore è riuscito a compiere un vero e proprio capolavoro nel costruire sulla base di un capitolo atroce della nostra storia recente un romanzo commovente e coinvolgente.
L’incipit, non immediatamente drammatico, si è poi rivelato quasi geniale nel far percepire al lettore il profondo mutamento che avveniva nel personaggio principale. Ho fatto fatica a interrompere la lettura, fino a innestarmi con sempre maggior sorpresa sugli episodi storici intorno a cui è costruito il romanzo.
Ancora più straordinaria è stata la profonda empatia che l’autore è riuscito a suscitare per un personaggio che non apparirà mai, ma che il lettore percepirà sempre più nettamente, sentendolo sempre più vicino. Mi ha ricordato molto “Non temerò alcun male”, un capolavoro negletto di Robert Heinlein, in cui l’ombra di Eunice, che per forza di cose non sarà mai presente direttamente, riesce a commuovere intensamente il lettore.
Gli episodi storici sono poi descritti con accuratezza e trasparenza, ricordandoci quanto l’opinione pubblica possa essere manipolata. Con la crisi ucraina in corso, il romanzo si rivela anche di drammatica attualità: illustra proprio alcuni aspetti perversi della politica americana nei Balcani e ci ricorda che la verità storica spesso non esiste più nella coscienza collettiva, ma è rappresentata solo dalla tesi di chi vince. Impariamolo e cerchiamo di non lasciar trascinare la Nato in una nuova avventura in Ucraina …
Grazie Massimiliano, spero di aver espresso a sufficienza quanto mi ha fatto provare questo romanzo, perché mi sento in debito per quanto ho provato durante la lettura.
Lo raccomando a tutti: per leggere con piacere, per farsi trascinare in una storia intensa e coinvolgente, per non dimenticare, per trarre insegnamento dalla storia e, non da ultimo, per imparare a non farsi manipolare.”

Di L.K.Brass (Riva del Garda TN)

centoveli

Il sesso non prospera nella monotonia

Il sesso non prospera nella monotonia. Senza sentimento, invenzioni, stati d’animo non ci sono sorprese a letto. Il sesso deve essere innaffiato di lacrime, di risate, di parole, di promesse, di scenate, di gelosia, di tutte le spezie della paura, di viaggi all’estero, di facce nuove, di romanzi, di racconti, di sogni, di fantasia, di musica, di danza, di oppio, di vino.

anais-nin-et-henry-miller-

Anaïs Nin

L’amore non ha mezzi termini; o perde, o salva

Una delle magnanimità delle donne è cedere. L’amore giunto all’altezza in cui è assoluto, si combina con non so quale accecamento del pudore. Ma quanti pericoli correte, o anime nobili! Spesso voi date il cuore, noi prendiamo il corpo. Il cuore vi rimane, e voi lo guardate fremendo nell’ombra. L’amore non ha mezzi termini; o perde, o salva. Tutto il destino umano è questo dilemma. Questo dilemma, perdita o salvezza, non c’è fatalità che lo ponga più inesorabile dell’amore. L’amore è vita, quando non è la morte. Culla e anche sepolcro. Lo stesso sentimento dice sì e no al cuore umano.

186715352victor20hugo

Victor Hugo

I miserabili

accadde una notte

Forse vi interessa l’uomo che si spoglia? È un simpatico spettacolo, ed è anche uno studio utile di psicologia, rivela il carattere: dimmi come ti spogli e ti dirò chi sei. Voglio scrivere un libro su questo. I metodici si tolgono prima la giacca, i distratti i calzoni, i romantici le scarpe.

 

 

Accadde_una_notte

 

accadde_una_notte-20977086

Claudette Colbert e Clark Gable entrambi vincitori dell’Oscar in Accadde una notte film di Frank Capra del 1934

 

 

 

 

Claudette_Colbert_and_Clark_Gable_in_It_Happened_One_Night_film_trailer

Autostop di classe per Claudette Colbert in Accadde  una notte, primo film in assoluto a vincere tutti e 5 gli Oscar nel 1935

 

Poteva essere l’uomo a un tempo possente, virtuoso e magnifico, eppure così vizioso e vile?

Poteva essere l’uomo a un tempo possente, virtuoso e magnifico, eppure così vizioso e vile? […] Per lungo tempo non riuscii a concepire come un uomo potesse spingersi ad assassinare il suo amico, o anche perché ci fossero leggi e governi […]. Sentii parlare di divisione di proprietà, di ricchezze immense e di squallida miseria, di ceto, di discendenza e di nobiltà. […] Ed io che ero? […] Ero dotato di un aspetto spaventosamente deforme e ripugnante; non ero neppure della stessa natura dell’uomo

karloffboris02

Frankenstein 

 download (7)                FrankensteinDraft

Mary Shelley